F.A.Q.

Frequently Asked Questions

Bisogna essere degli esperti velisti per partecipare alle crociere scuola?

Non è assolutamente necessario essere già stati in barca o saper nuotare; con gli altri soci atleti/partecipanti si crea sempre un forte spirito di gruppo e instaurata la dovuta collaborazione i legami che si creano compensano ampiamente il minimo di spirito di adattamento richiesto.

•  E’ possibile nei momenti di relax, pescare, fare snorkeling o escursioni con il tender per esplorare qualche caletta, oppure scendere a terra per visitare i luoghi incontrati durante la navigazione della crociera scuola. Si dorme ancorati in rada sotto le stelle in baie protette, o nei porti secondo le esigenze comuni o del meteo e per le spese di cambusa (viveri), carburante e diritti portuali, è d’uso costituire una cassa comune gestita collettivamente dall’equipaggio.

•  I nostri istruttori possono decidere in ogni momento variazioni al programma di navigazione in base alle condizioni meteo, allo scopo di garantire sicurezza (che viene prima di ogni altra cosa) e comfort agli allievi.

•  Durante la navigazione l’istruttore insegnerà le manovre fondamentali per la conduzione di una barca a vela, comunicando e divulgando la “Cultura del mare”, sarà questo un importante momento formativo.

Quale è lo spirito in barca?

Si naviga con la consapevolezza che siamo in barca e un po’ di spirito di adattamento andranno a vantaggio di un’esperienza sicuramente unica che solo la barca a vela può dare.

Come sono organizzate internamente le barche?

Le barche utilizzate hanno a disposizione cabine doppie, la cucina completa con forno, frigo, 2 bagni con doccia e acqua calda, alcune riscaldamento e aria condizionata, tavolo da pranzo interno ed esterno e tutta l’attrezzatura per vivere comodamente a bordo.

Il programma chi lo decide?

Il programma sarà deciso insieme a tutto l’equipaggio in funzione delle condizioni meteo- marine in un’ottica di buon senso e di sicurezza e comunque con giudizio insindacabile dell’istruttore (che sarà anche il comandante).

Esempio di giornata tipo:

• Sveglia, colazione in pozzetto e partenza per le 9.30 circa, navigazione e didattica di vela, in mattinata uno stop all’ancora per bagno, pranzo e relax, dove sarà possibile fare snorkeling e prendere il sole o esplorare le suggestive calette.

• Partenza nel pomeriggio con navigazione e ripresa delle attività didattiche in vista della meta serale.

• Una volta ormeggiati, doccia, aperitivo, cena in barca oppure a terra per degustare la cucina locale nei ristorantini tipici dei porticcioli visitati.

C’è comunque massima flessibilità in orari ed itinerari in funzione delle richieste/esigenze e desideri degli allievi partevipanti.

Voglio fare un imbarco individuale chi saranno i miei compagni?

• Il tipo di persone che decide di fare una crociera scuola in barca a vela con la formula degli imbarchi individuali è sicuramente vario: si va dallo studente universitario, al manager d’azienda.

• La fascia di età spazia: dai 25 ai 50 anni.

• Si cerca quando possibile di formare equipaggi omogenei, ma non sempre le circostanze lo consentono, di certo non formiamo equipaggi dove ci sia una grande differenza di età tra i partecipanti e di esperienza velica.

• Bisogna però essere consapevoli che negli imbarchi individuali, potremmo dover condividere gli spazi ristretti di una barca insieme ad altri soci atleti/partecipanti mai visti prima e potrebbe capitare di dormire insieme ad altre persone o in cabine miste (ovviamente si farà il possibile di evitare queste eventuali situazioni, soprattutto per donne e ragazze, ma qualora non fosse possibile, bisogna accettare anche questa eventualità).

• Se non siete così predisposti a queste situazioni di promiscuità, che per voi possono essere fonte di disagio e imbarazzo, potreste valutare la possibilità di prendere solo per voi la cabina, pagandone il costo intero anziché il posto singolo.

Qual è il ruolo dell’istruttore ?

• L’istruttore volge la funzione comandante. Conduce l’imbarcazione, è il responsabile della barca, della didattica e degli allievi presenti a bordo, in conformità alle disposizioni al Codice Internazionale di Navigazione.

• Spettano a lui tutte le decisioni: relative alla navigazione, ad eventuali cambiamenti di programma dovute alle avverse condizioni meteo marine o per particolari esigenze dei partecipanti. Queste decisioni non possono essere motivo di contestazione perché l’istruttore è gravato di un’enorme responsabilità: sia relativa alla sicurezza della navigazione sia a quella dei soci atleti/partecipanti imbarcati; inoltre essendo la persona più esperta a bordo ha una visione della navigazione più tecnica, totalmente diversa rispetto al neofita che è alla prima esperienza in barca a vela o ad inizio corso.

• Il suo compito, oltre che alla didattica è anche gestire e coordinare le varie attività relative alla vita di bordo.

Cosa comprende, e cosa non è incluso nella quota di partecipazione ?

Di solito la quota di partecipazione comprende:

La sistemazione in cabina e l’uso delle dotazioni di bordo, come il tender con il motore fuori bordo per poter sbarcare, l’assicurazione R.C. e Infortuni e le pulizie finali, la didattica in barca e in formato elettronico in PPT e l’attestato di partecipazione al corso.

Non sono inclusi nella quota di partecipazione

• La cambusa (i viveri), il consumo dei carburanti, porti a pagamento, eventuali tasse in aree marine protette, e tutto ciò che non viene specificato nella voce: Incluso.

• Sono escluse federe e lenzuola che se richieste hanno un costo di € 15 ad allievo.

• Tutte le spese extra vengono divise tra i soci atleti/partecipanti (escluso l’istruttore). Di solito si fa una cassa comune che servirà per pagare tutte le spese extra non comprese nella quota di partecipazione.

Esempio

• LA CAMBUSA: la spesa per i viveri viene divisa tra tutto l’equipaggio con cassa comune escluso l’istruttore e il costo dipende sostanzialmente da cosa vorrete mangiare e bere.

•  IL GASOLIO: confidando nel vento, il consumo di gasolio generalmente è ininfluente e comunque viene diviso tra tutti gli allievi/partecipanti generalmente il consumo del motore è 4/6 litri ora € 6/10 ora.

•  LE TASSE PORTUALI: ( sono gratis se si sceglie di dormire in rada solo nel caso che le condizioni meteomarine lo consentono) sono riferite al porto di destinazione e incidono, dipende dal mese e dai porti e dalla lunghezza della barca, da € 30 a € 90 a barca a notte escluso l’istruttore .

Mentre per una crociera scuola settimanale in barca, a quanto ammontano le spese extra ?

Quantificare con precisione le spese extra come: la cambusa, il consumo dei carburanti, il costo dei porti non è possibile, dipende molto da alcuni variabili ad es.: quanto tempo si navigherà a motore, dalle abitudine alimentari degli atleti/ partecipanti, dalla volontà o meno di prendere un marina attrezzato che fornisca acqua, luce, servizi a terra, ecc; sarà possibile stare in rada (all’ancora in prossimità di un porto o in qualche bella baia e sbarcare a terra con il tender) solo se le condizioni meteo marine lo consentano e comunque a giudizio insindacabile dello skipper/istruttore.

In caso di mal tempo si parte ugualmente ?

All’inizio della crociera l’istruttore conosce già quali saranno le condizioni meteo generali per i successivi 4-5 giorni, quindi in caso di brutto tempo dichiarato, dovremmo spostare la data dell’attività e l’anticipo della quota di partecipazione versata resterà valido per la data successiva, mentre per le crociere di più giorni già iniziate se nel corso della crociera le condizioni meteo non dovessero consentire di salpare, si resterà al sicuro in porto fino a quando non sarà possibile riprendere il mare; La crociera scuola decorrà ugualmente e non saranno previsti rimborsi. Sarà l’occasione per fare didattica a terra, escursioni ed utilizzare la barca come base per alloggiare e pranzare.

In caso di guasto dell’imbarcazione, cosa succede ?

Nonostante tutte le precauzioni, può succedere che una barca abbia dei guasti non riparabili immediatamente, nel caso si valuteranno i giorni di crociera scuola fatti e quelli ancora da fare, e verrà restituita la parte della quota di partecipazione relativa ai giorni non sfruttati e nulla più sarà dovuto all’atleta/partecipante.

Organizzazione per pranzo / cena

Tutte le barche sono dotate di cucina e frigorifero dove verranno preparati dagli equipaggi i pranzi e le cene. La cambusa sarà a carico degli equipaggi. E’ comunque possibile decidere di cenare a terra nei tipici ristoranti delle isole visitate.

Che cosa è la Cambusa ?

La cambusa è la spesa, si fa prima di partire nei supermercati rispettando le abitudini alimentari di ciascuno.

Chi cucina e chi fa le pulizie in barca ?

• Tutti i membri dell’equipaggio dovranno dare una mano nell’apparecchiare / sparecchiare e preparare la tavola al momento di pasti e collaborare nel tenere in ordine gli spazi comuni.

• La pulizia delle cabine spetta ai singoli occupanti.

Cosa succede se mi faccio male in barca ?

• Facciamo una premessa importante: le attività in barca a vela non sono pericolose, avvengono più incidenti sulle piste di sci che in barca. Fatte con condizioni meteo assicurate sono piacevolissime e rilassanti, gli incidenti gravi a bordo capitano molto raramente.

• Le barche sono assicurate per la Responsabilità Civile R.C. e Infortuni e in aggiunta c’è la copertura assicurativa individuale del tesseramento UISP stipulata con Zurich Insurance per i soci atleti/partecipanti.

Ho paura del “mal di mare” …

• L’unico momento in cui soffrirai…sarà quando dovrai scendere.

• Tutta la navigazione si svolge a ridosso delle isole dell’arcipelago in aree di mare protette e ridossate. Nel caso dovessi comunque soffrire il mal di mare, il nostro istruttore provvederà a fornirti di tutto il necessario per ovviare al meglio al tuo problema.

Cosa devo portare in barca ?

Scarpe ginnastica con suola in gomma chiara
Cerata leggera (o k-way)
Lenzuolo, federa o sacco a pelo
Ciabatte uso doccia
Asciugamano e telo mare
Necessario da toilette
Occhiali da sole e cappellino
Crema protettiva
Medicine personali e “Xamamina” / “Travelgum” per chi ha timore di soffrire di cinetosi.(mal di mare)
Maschera/occhialini nuoto

Cosa lasciare assolutamente a casa:

Valige rigide o trolley, usare possibilmente borse flosce e facilmente stivabili.

RICHIEDI INFORMAZIONI


×